NAZIONALPOL Sunday, 09/12/2018, 20:42:39
Welcome Guest | RSS
Site menu

Our poll
Rate my site
Total of answers: 1

Statistics

Total online: 1
Guests: 1
Users: 0

VIDEOSORVEGLIANZA

I sistemi di videosorveglianza (storicamente detti TVCC, televisione a circuito chiuso), permettono di monitorare delle aree interne od esterne agli edifici acquisendone le immagini video per una visione sia in real-time che in playback attraverso accesso in loco o in remoto.

È uno dei campi in continuo e costante sviluppo al passo con l'evoluzione tecnologica.


L'acquisizione video avviene attraverso telecamere distinte principalmente in base alla tecnologia di trasmissione del segnale: su linea analogica o su IP. La trasmissione del segnale video su IP, ha permesso la realizzazione di sistemi di videosorveglianza prima difficilmente fattibili soprattutto per l'utilizzo delle reti Wi-Fi.

Le telecamere differiscono tra loro in base alle caratteristiche tecniche legate a loro volta al tipo di utilizzo: (bullet, minidome, speed dome, megapixel, ecc.)

Bullet: è la classica telecamera a cilindro per interno od esterno utilizzata per l'acquisizione video statica di aree ben definite;

Minidome: sono quelle telecamere compatte, principalmente utilizzate in ambienti interni a forma semisferica ad ottica fissa;

Speed Dome: Un particolare tipo di telecamere ad ottica e movimentazione variabile. Si utilizzano principalmente in ambianti grandi interni od esterni per il monitoraggio di aree distinte sia in modalità automatica che manualmente attraverso un operatore connesso al sistema di videosorveglianza.;

Mebapixel: La tecnologia megapixel consente alle telecamere IP di fornire immagini con una risoluzione più elevata rispetto alle telecamere analogiche, ossia di generare immagini che permettono di vedere dettagli e identificare persone: un requisito essenziale per le applicazioni di videosorveglianza.


La maggior parte delle telecamere sono dotate di LED a infrarossi, per una visione notturna o di bassa luminosità, che puntano all'area ripresa.

Queste telecamere sono anche dotate di un sensore crepuscolare che fa accendere i LED a infrarossi non appena le condizioni di luminosità non risultano adeguate per l'acquisizione video.

I segnali video acquisiti dalle telecamere sono inviati per la memorizzazione a videoregistratori digitali (registrazione su Hard Disk) distinti dalle seguenti funzioni principali:


* Il controllo delle zone privacy;

* Essere visionati da un pc remoto, un tablet o uno smartphone;

* Registrazione al movimento (nota come motion detection);

* Inviare email ed sms di allarme;

* Gestire sensori di allarme esterni;

* Possibilità di ingrandire alcune aree durante la riproduzione;

* Trasferire le registrazioni su pendrive, DVD o su PC;

* Stilare un report da telecamere con sistemi di lettura targhe automobilistiche.


Anche per il sistema di videosorveglianza è possibile usufruire della detrazione fiscale relativamente al costo dell'impianto.

Infatti l'impianto di videosorveglianza rientra nelle attività deducibili fiscalmente previste nelle agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie:

 art.1 della Legge n.449 del 27 dicembre 1997 e successive modifiche, in particolare quella della "legge di Stabilità" che ne ha prorogato la scadenza con la seguente modalità e tempistica: 

* Sino al 31 dicembre 2014, detrazione del 50% con limite di spesa 96.000 euro;

* Dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, detrazione del 40% con limite di spesa 96.000 euro;

* Dal 1 gennaio 2016, si ritorna alla detrazione del 36% con limite di spesa 48.000 euro.
Login form

Shopping Cart
Your shopping cart is empty

Search

Calendar
«  December 2018  »
SuMoTuWeThFrSa
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Site friends
  • Create a free website
  • uCoz Community
  • uCoz Textbook
  • Video Tutorials
  • Official Templates Store
  • Best Websites Examples

  • Copyright MyCorp © 2018Free web hostinguCoz